Il sentimento e il pensiero di esistere come entità separata è un’illusione?

Una specie di. C’è solo un universo, (assumeremo questo postulato). Sia che si tratti di materia o energia, biologico o spirito, tutto in questo universo è interdipendente, tutto è in esso e nulla si può dire che abbia un’esistenza discreta separata dall’universo. Questo è tutto in un momento. Se aggiungi tempo all’equazione, tutto è ancora più indissolubilmente collegato.

Hai un’esistenza che è o solo una proprietà emergente del cervello, o forse una mente eterna che usa il cervello per conoscere se stesso. Il tuo corpo è collegato a questo cervello, dove hai un concetto di sé nato dal fatto che hai cinque o sei sensi legati a questo cervello e ti identifichi con questo corpo come se fossi tu. Anche se la tua mente fosse solo in un cervello che morirà, pensi di essere il tuo corpo, separato da tutto il resto, eppure abbiamo concordato sopra che nulla è veramente separato. Ora, se sei uno spirito eterno, la tua mente è veramente fuori dalla base per dirti costantemente che stai pensando a un corpo separato.

E, a un livello ancora più fondamentale, tutta la tua comprensione della realtà si basa sulle tue percezioni. Ogni percezione si basa su credenze filtrate attraverso la tua mente egoica. Nessuna di queste credenze può essere dimostrata vera, quindi, anche se stavi cercando consapevolmente di avere il quadro più ampio di ciò che sei, non potresti ancora farlo. Il 90% dei tuoi pensieri avviene senza la tua consapevolezza cosciente e anche i pensieri coscienti sono una versione sincretizzata ridotta a parole e non sei consapevole dell’intera selezione di scelte di memoria che ti hanno portato a quella consapevolezza.

In una certa misura lo è. Il pensiero ha una certa individualità al riguardo, ma è molto più comune di quanto la maggior parte delle persone supponga. La prova di ciò sta emergendo su molti fronti, di cui questo è uno: The Global Consciousness Project

Molte persone raccolgono la depressione, l’ansia, la paura o l’irritazione di altre persone. È un po ‘come i fenomeni di vibrazione simpatica nel laboratorio di fisica … molte persone non sanno quali emozioni sono proprie e quale umore emotivo hanno raccolto dalle persone che li circondano.
(Dr. Shafica Karagulla)

Un’illusione per chi?

Come può una non- entità avere un’illusione? E come può esistere un pensiero e un sentimento se non separatamente da tutti gli altri?

Ci sono esseri composti da qualche parte chi condivide una sola mente? Cosa lo renderebbe così?

Fai parte di un essere composto?

Semplicemente non c’è ragione razionale per ritenere che qualche altra entità abbia cooptato la mia mente. Non solo ascolto ogni pensiero nella mia mente, sono anche testimone delle mie motivazioni e dei miei comandi mentali.

Supporre arbitrariamente quegli intenti e quei comandi per provenire da qualche parte fuori di me è considerarmi pazzo.

Il buonsenso è sapere che la tua stessa mente non è intenzionata a ingannarti.